Sentinelle di prossimità si nasce

Home » Rassegna stampa » Sentinelle di prossimità si nasce

Per rispondere ai bisogni delle persone anziane, è prima di tutto necessario conoscerli. Per questo il progetto ha attivato delle figure chiave, le sentinelle di prossimità, vere e proprie antenne umane distribuite sul territorio con l’obiettivo di intercettare in modo informale e poi segnalare le situazioni di vulnerabilità, quali possono essere ad esempio persone sole o con una demenza latente. Le sentinelle di prossimità sono in comunicazione con gli operatori e gli infermieri di comunità che, all’interno del progetto Invecchiando s’impara, hanno il compito di monitorare la situazione complessiva degli anziani presenti sul territorio, nell’ambito di un ripensamento del sistema di assistenza domiciliare locale. Sono loro infatti che si occupano di accompagnare gli anziani ai servizi del territorio, ricreativi o sanitari. Le sentinelle di prossimità si trovano nelle botteghe alimentari, nelle farmacie, nei centri ricreativi, nelle parrocchie, nei patronati, nei quartieri. Sono fra gli edicolanti e i medici di base. Sono persone che sono state attivate una ad una dagli operatori e per le quali si sta pensando a una formazione. Ad oggi sono un centinaio, un numero destinato a crescere durante il prossimo anno, soprattutto fra i negozianti.

Posted on